L’anello di fidanzamento simbolico.

L’anello di fidanzamento è sempre un argomento dibattuto.

Chi predilige “il solitario”, chi ama che ci sia più di una pietra; chi reputa necessario il diamante e chi invece preferisce una pietra di colore.

Il suo significato è sempre quello di una promessa, di un impegno che un partner dichiara nei confronti dell’altro in vista di una futura unione formale.

Marco cercava qualcosa di speciale per Giovanna, qualcosa che celebrasse la loro unione e che la rappresentasse in maniera non banale.

Quando mi ha parlato di “sapore antico” e di “anello d’altri tempi”, ho deciso di proporgli un diamante taglio “rosa”.

Crogiolo con lega per oro verde.

Il taglio “rosa” è la maniera antica con cui venivano sfaccettati i diamanti prima che venisse inventata la tecnologia che permette il taglio a cuspide. Questi diamanti hanno una base piatta e un numero variabile di faccette sulla superficie.

Risultano essere meno luminosi ma hanno un fascino originale, più grezzo.

Abbiamo poi deciso di non lasciare nulla al caso e, riflettendo sul concetto di purezza, ho deciso di utilizzare una lega d’oro volgarmente detto”verde”, che prevede l’utilizzo di solo oro ed argento puri.

Con il filo ricavato dal metallo ho creato una cornice quadrata in cui inscrivere il diamante a base circolare lavorandolo a fuoco e martello.

La simbologia delle figure geometriche che ho utilizzato:

Il quadrato simboleggia la terra, il principio femminile, lo spazio mentre il cerchio è il cielo, il principio maschile, il tempo…l’inscrizione del secondo nel primo suggella l’unione dei due princìpi.

 

Anello con diamante taglio rosa.

Un pezzo così particolare necessitava anche di un packaging speciale e siccome Marco è appassionato di libri antichi ho scovato una vecchia copertina blu e oro che ho consegnato nelle mani del mio amico creativo Edoardo Maria Maggiolo.

Edoardo così ha creato la perfetta collocazione di questo pezzo…la struttura della scatola non la indovinerete mai…una scatoletta di tonno!